dental tools

dental tools

Nel campo degli impianti dentali ci sono molti produttori sul mercato. Alcuni offrono sistemi di pregio, tanti altri però anche sistemi “a buon mercato” e varianti di scarsa qualità, spesso “nati male”.

Perciò i pazienti dovrebbero assolutamente prestare attenzione ad alcuni punti, che qui rissumiamo:

Che cosa conta nel design di un impianto dentale?

Il “macrodesign” descrive la forma esterna dell’impianto. Negli impianti a vite oggigiorno in uso ci sono differenze in profondità, distanza e angolo del profilo del filetto. Negli impianti di qualità un design del filetto collaudato e sottoposto per tanti anni a test clinici assicura sin dall’inizio la stabilità necessaria nell’osso della mascella e della mandibola (stabilità primaria) e consente un inserimento delicato per il paziente, a prescindere dal fatto che la struttura dell’osso sia di tipo morbido o duro.

Perchè la superficie di un impianto dentale è importante?

Nella produzione degli impianti dentali ci sono differenze notevoli anche nel carattere della superficie dell’impianto (“microdesign”). Affinché le cellule ossee possano depositarsi meglio sull’impianto, negli impianti di qualità la superficie viene ampliata.

A questo proposito le linee implantari da noi utilizzate hanno testato già più di 20 anni fa la prima superficie sabbiata e mordenzata degli impianti. La superficie in titanio viene prima irruvidita sabbiandola con ossido di alluminio.

Poi gli impianti vengono sottoposti ad una speciale procedura termochimica in cui si asporta materiale dando forma a delle cavità. La superficie che si viene a creare offre le premesse fisiche, chimiche e biologiche ideali per l’apposizione delle cellule osteogeniche, le cellule che producono osso nuovo.

Superficie implantare sabbiata e acidificata

Questa straordinaria superficie tridimensionale microstrutturata stimola la crescita dell’osso e quindi un’assimilazione particolarmente veloce e stabile degli impianti nell’osso mascellare.

Che ruolo svolge la connessione impianto-sovrastruttura?

Con la profondità del collegamento interno aumenta la superficie di contatto tra impianto e sovrastruttura. Così il collegamento diventa più stabile e si possono evitare allentamenti anche nel tempo.

Esempio di connessione impianto-moncone

Negli impianti di qualità l’adesione di impianto e sovrastrutture è così esatta che non ci sono più rotture degli impianti dovute ad allentamenti delle sovrastrutture. Questa precisione fa sì che la produzione dell’impianto di marca sia più costosa, in particolare ovviamente rispetto all’impianto monoblocco. La maggiore tenuta e la flessibilità nella protesizzazione meritano però a lungo andare questa spesa.

Inoltre una connessione priva di micromovimenti e a tenuta batterica tra impianto e sovrastruttura impedisce la penetrazione batterica e quindi l’insorgenza di infiammazioni nell’osso e nella gengiva, infiammazioni che portano alla recessione dell’osso e di conseguenza del tessuto molle.

Grazie ad una connessione a tenuta batterica tra impianto e sovrastruttura, il mascellare e la gengiva rimangono stabili, e con il passare del tempo non si vedono i bordi delle corone.

Quali vantaggi hanno gli impianti in più pezzi rispetto agli impianti monoblocco?

Negli impianti in “più pezzi” l’impianto vero e proprio sostituisce semplicemente la radice dentale che non c’è più. Poi si sceglie una sovrastruttura separata conforme alle esigenze individuali e la si inserisce nell’impianto. La scelta della sovrastruttura si basa, tra le altre cose, sullo spessore e sull’altezza della gengiva, ma anche sul genere e sulla struttura della protesi (corona, ponte o barra, avvitata o cementata ecc.).

Un’ampia varietà di sovrastrutture prefinite e realizzabili su misura, che per motivi di convenienza i piccoli produttori spesso non possono offrire, consente la riabilitazione protesica anche nei casi difficili. Per le loro caratteristiche gli impianti monoblocco possono coprire solo una minima frazione delle possibili indicazioni.

In un osso dalla struttura debole l’impianto in più pezzi ha prima un po’ di tempo per assimilarsi all’interno della gengiva. Solo quando si inserisce una sovrastruttura l’impianto viene sottoposto a carico, e inoltre il carico può essere calibrato con esattezza ed aumentato in un secondo tempo.

In questo modo l’osso viene “allenato”, così la protesi su impianto diventa possibile anche in una struttura ossea debole.

Negli impianti monoblocco non si può evitare il carico immediato perché una parte dell’impianto sporge sempre dalla gengiva. Pertanto il loro impiego è limitato a condizioni ossee ideali e il rischio di rigetto aumenta se non si osserva questa indicazione.

Ovviamente il carico immediato è possibile anche negli impianti in più pezzi, purché le condizioni anatomiche del paziente lo permettano.

Gli impianti di qualità possono essere copiati da contraffattori?

La ricerca e il collaudo di nuove tecnologie e nuovi prodotti richiedono molti mezzi, quindi i produttori di marchi tutelano i loro investimenti con i brevetti. Dove vale questa tutela – cioè in quasi tutto il mondo – non si possono commercializzare imitazioni.

Perché è importante che i componenti siano disponibili sempre ed ovunque?

La disponibilità a lungo termine dei componenti è importante qualora la protesi ancorata all’impianto debba essere sostituita oppure estesa. Un grande produttore di impianti offre materiale sostitutivo anche dopo tanti anni. Anche per i sistemi implantari che non vengono più commercializzati, DENTSPLY Friadent conserva un assortimento base di sovrastrutture che consentono di rifare una protesi perfino dopo decenni.

Con i piccoli produttori spesso non si sa se il nuovo sistema potrà far fronte alla concorrenza anche a lungo termine. Una volta che la produzione di un sistema è stata chiusa, per l’impianto non si possono più ordinare sovrastrutture. Quindi può accadere che l’impianto non possa più essere utilizzato come pilastro per l’ancoraggio di una corona o di un ponte.

I sistemi implantari da noi utilizzati sono present in oltre 60 Paesi e forniscono i loro prodotti a dentisti in tutto il mondo. Così anche in vacanza si possono avere velocemente componenti sostitutivi.

Che vantaggi offre un’ampia gamma di prodotti?

I sistemi implantari dei grandi produttori di marca offrono tante lunghezze e diametri diversi per i loro impianti. Inoltre dispongono di un’ampia gamma di sovrastrutture. Così il dentista ha a disposizione un assortimento più vasto e può andare incontro con esattezza alle esigenze individuali del suo paziente.

Quali vantaggi offre l’inserimento di impianti assistito da computer?

Negli impianti di marca, oltre all’impianto vero e proprio, sono a disposizione metodi con corrispettive tecnologie, per esempio la pianificazione assistita a computer della posizione dell’impianto, nonché appositi strumenti su misura del sistema per un inserimento guidato degli impianti. Gli impianti a buon mercato devono ricorrere a soluzioni generiche e non su misura, perciò non possono raggiungere né la stessa precisione né la stessa predicibilità di risultato.

Proprio negli impianti a buon mercato però si rinuncia spesso ad una seria diagnostica tridimensionale, perché altrimenti la convenienza dell’impianto verrebbe meno. In questo modo tuttavia si escludono i metodi minimamente invasivi (operazione senza bisturi) perché comporterebbero una notevole messa a rischio del paziente.

Perché bisogna prestare attenzione agli studi clinici e alle esperienze a lungo termine?

Negli impianti di qualità la procedura – il cosiddetto “protocollo chirurgico” – è esattamente su misura dei requisiti biologici e del sistema implantare per tenere conto in modo ottimale di entrambi e favorire al massimo l’assimilazione e la conservazione dei tessuti.

Tutto ciò viene controllato e valutato per lunghi periodi in studi clinici esaurienti da scienziati indipendenti. Con il risultato che, più di una volta, un sistema apparentemente buono in realtà ha portato a notevoli perdite ossee, con conseguente compromissione dell’estetica fino al rigetto dell’impianto.

Perciò i pazienti dovrebbero informarsi presso il loro dentista sull’impianto che utilizzerà e chiedere se esistono studi clinici ed esperienze a lungo termine per quel sistema implantare.

Anche l’esperienza dell’esperto stesso è decisiva: pertanto i pazienti dovrebbero chiedere tranquillamente al proprio dentista quanti impianti ha già inserito e qual è la percentuale di successo che lui prevede.

Con quale materiale vengono realizzati gli impianti e le sovrastrutture ?

Tutti gli impianti da noi utilizzati sono composti da titanio medico puro. Il materiale èstato collaudato così bene che nel frattempo il 99 percento di tutti i sistemi di impianti dentali sono realizzati in puro titanio. Il titanio medico puro viene specificato secondo DIN ISO 5832-2

Il titanio puro (titanio non legato) è stato suddiviso dall’organizzazione americana per la standardizzazione ASTM (American Society for Testing and Materials) in quattro diverse classi: CP Grades 1, 2, 3 e 4. La denominazione CP sta per “commercial pure”. La suddivisione in classi CP dipende dalla composizione chimica (v. in basso). Una classe più alta significa sempre minore purezza.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi del titanio puro?

Il titanio puro è altamente stabile e viene accettato ottimamente dall’organismo. Inoltre il titanio concresce saldamente con il tessuto osseo. Oltre che nell’implantologia dentale, queste
caratteristiche positive sono già state messe alla prova anche in altri campi della medicina, per esempio nelle protesi articolari.

Il colore grigio argento del titanio, di cui talora si parla, non costituisce uno svantaggio, perché gli impianti – come le radici naturali del dente – sono completamente inseriti nell’osso mascellare e quindi non risultano visibili dall’esterno.

Quanto tempo durano gli impianti di qualità?

Gli impianti di qualità inseriti a regola d’arte possono durare un’intera vita. Con la dovuta igiene orale, la gengiva e il sito dell’impianto rimangono sani.

Impianti utilizzati nel nostro studio:

  • DENTSPLY FRIADENT XIVE
  • DENTSPLY FRIADENT FRIALIT-2
  • NOBEL BIOCARE REPLACE TAPERED.

Visita i siti internet delle nostre linee implantari !!


nobel-biocare
                    dentsply  Neoss implant